Meditazione

La ricerca su meditazione e sistema nervoso si è rivelata di sempre maggiore interesse tra gli scienziati, e nuovi studi vengono diffusi quasi settimanalmente ad illustrare i nuovi benefici della meditazione. O meglio, un beneficio antico che semplicemente ora viene confermato da una risonanza magnetica o da un elettroencefalogramma. I benefici già ben documentati sono per le malattie cardiovascolari, depressione, ansia, Alzheimer, altre malattie neuro-degenerative e la lista continua. Naturalmente vogliamo vivere in modo ottimale, che va oltre l’assenza di malattie e dolori, ed infatti la meditazione ha dimostrato di migliorare la stabilità emotiva, la chiarezza mentale e la memoria. Perché?

Le cellule del cervello usano particolari frequenze, o onde, per regolare il flusso di informazioni nello stesso modo in cui le stazioni radio trasmettono su specifiche frequenze. Una frequenza è il ritmo alfa, che è particolarmente attivo nelle cellule che elaborano il tatto, la vista e il suono. quando vostro cervello è in ritmo alfa potete alzare il volume (o attenzione) delle vostre sensazioni, e abbassare il volume delle distrazioni. Come risultato il vostro sistema nervoso (il cervello, il midollo spinale e tutti i nervi) può essere libero dalle distrazioni e il corpo continuerà a lavorare come deve.

La meditazione non necessariamente deve essere fatta seduti a gambe incrociate su una montagna facendo OM! La meditazione ha molte forme e ogni persona ha le sue preferenze. L’obiettivo è solo quello di restare in silenzio, in assenza di input esterni, per essere semplicemente presenti a se stessi. Molte persone pensano che la meditazione sia difficile perché bisogna cercare di non pensare, tuttavia non è esattamente così. I pensieri vanno e vengono nella nostra mente naturalmente, l’obiettivo è di concentrarsi su una consapevolezza imparziale delle sensazioni, dei sentimenti e dello stato mentale piuttosto che arrabbiarsi quando veniamo distratti.

Vi siete mai seduti su una poltrona a fissare il muro…. senza rendervi conto a cosa (se a qualcosa) stavate pensando, o quanto tempo è passato. Talvolta in quei momenti è come se rallentaste e quello che è durato solo 5 minuti sembra essere durato 20. Se non ci avete mai provato, se lo avete fatto, cercate di farlo ogni giorno per almeno 5 minuti per iniziare e gradualmente aumentare fino a 20.

La meditazione non è una bacchetta magica, nessun trattamento lo è. E’ un altro strumento per aiutare il vostro corpo ad adattarsi e ad integrare meglio, così da permettere al vostro sistema nervoso di continuare a lavorare. Se volete fare un controllo del vostro sistema nervoso chiamateci allo 011.433.1657 per prenotare un consulto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *